Biografia

Paolo Ugoletti nasce a Brescia il 7 giugno del 1956. Si avvicina al pianoforte sotto la guida della madre e nel 1973, presso il Conservatorio di Brescia, intraprende gli studi di composizione con i maestri Giancarlo Facchinetti e Giovanni Ugolini. Nel 1979 frequenta i corsi di Franco Donatoni all’Accademia Chigiana di Siena e di Giacomo Manzoni al Conservatorio di Milano ed inizia a collaborare con diverse formazioni musicali e solisti quali Monch, Scarponi, Pedron, Ballista, Gorli, Garbarino, Antonelli, Damerini e Bonaguri.

Nel 1980, dopo aver conseguito il diploma in composizione, trascorre un breve periodo a Stoccolma dove conosce i maggiori compositori e musicisti scandinavi. Intraprende la carriera di insegnante di composizione presso i Conservatori di Pesaro, Bologna e Parma. Nel 1987 è composer in residence presso l’Università di Santa Cruz in California, dove incontra la musica di Lou Harrison, Arvo Pärt, John Adams e Keith Jarret. Nel 1989 diviene titolare della cattedra di composizione al Conservatorio “Luca Marenzio” di Brescia dove ancor oggi insegna; nel contempo avvia una proficua e duratura collaborazione con la “Sagra Musicale Umbra” per la quale compone numerose opere, tra queste degne di essere ricordate il Gloria della Missa Solemnis Resurrectionis, eseguita in prima assoluta a Roma in occasione del Giubileo 2000 ed il completamento del Lacrymosa e la composizione dell’Amen del Requiem di Mozart nel 2002. Sempre nel 1989 firma composizioni cameristiche e solistiche per Radio France e per il Cabrillo Festival (California – U.S.A.). Nei primi anni novanta (1990-93) svolge approfonditi studi sulla musica tradizionale irlandese dai quali nasce una vera passione per il genere che, negli anni seguenti, ispira la composizione di numerosi lavori legati al mondo e all’espressività celtica.

Nel 1998-99 produce due vaste raccolte di preludi pianistici: Terra di confini e la Fonte nascosta. Dal 2000 compone numerose opere impiegando soli, coro ed orchestra ed inserendo nell’organico strumenti di altri generi musicali: uillean pipe, tin whistle, arpa celtica, basso e chitarra elettrica, tastiere elettroniche, batteria. Dal 2003 collabora ai progetti dell’amico pittore Rinaldo Turati realizzando composizioni quali parti integrate delle installazioni pittoriche dell’artista. Non ha editore e non appartiene ad alcuna scuola musicale, ama ogni forma di espressione senza pregiudizio. Vive e lavora a Nave.